in casa » Attualita » L’Assemblea delle Regioni Europee Viticole (AREV) si esprime alla vigilia del G7: Le IG devono continuare ad essere una priorità!

L’Assemblea delle Regioni Europee Viticole (AREV) si esprime alla vigilia del G7: Le IG devono continuare ad essere una priorità!


	
Traduci
| arev

Varie organizzazioni nazionali ed europee, tra le quali l’AREV, si sono riunite a Bergamo, in Italia, l’ 11 Ottobre 2017, a qualche giorno dalle riunioni del G7 previste per il 14 e 15  tra i Ministri dell’Agricoltura di 7 tra i Paesi più ricchi ed hanno adottato una Dichiarazione Comune nella quale ricordano ai Ministri dell’Agricoltura, in particolare quelli dei Paesi membri dell’Unione Europea, che la difesa delle Indicazioni Geografiche (IG) deve continuare ad essere una priorità nei negoziati internazionali.

L’Assemblea delle Regioni Europee Viticole (AREV)

Si esprime alla vigilia del G7:

Le IG devono continuare ad essere una priorità!

 

Varie organizzazioni nazionali ed europee, tra le quali l’AREV, si sono riunite a Bergamo, in Italia, l’ 11 Ottobre 2017, a qualche giorno dalle riunioni del G7 previste per il 14 e 15  tra i Ministri dell’Agricoltura di 7 tra i Paesi più ricchi ed hanno adottato una Dichiarazione Comune nella quale ricordano ai Ministri dell’Agricoltura, in particolare quelli dei Paesi membri dell’Unione Europea, che la difesa delle Indicazioni Geografiche (IG) deve continuare ad essere una priorità nei negoziati internazionali.

 

Numerose Organizzazioni italiane e varie Organizzazioni Europee (AREV, EFOW) hanno deciso di incontrarsi a Bergamo in Italia, alla vigilia della riunione del G7 dei Ministri dell’agricoltura dei 7 Paesi più ricchi al Mondo ed hanno adottato una Dichiarazione Comune. Esse hanno inoltre incontrato il Ministro italiano dell’Agricoltura che ospita questo Summit. Quest’incontro interviene in un contesto di tensioni politiche internazionali e di tentazioni di grandi economie verso il mercato interno, mentre i negoziati di un Trattato Transatlantico tra l’Unione Europea e gli USA non progrediscono e le discussioni nelle sedi multilaterali sono sterili.

 

In questa dichiarazione, l’AREV ricorda il proprio attaccamento ai modelli costituiti dalle Indicazioni Geografiche (IG) ed loro vantaggi in termini di  diversità e qualità dei prodotti, d’impiego, di manutenzione paesaggistica e di pianificazione nell’uso del territorio, di cultura, di storia ecc. Si denunciano inoltre gli ancora numerosi attacchi alle denominazioni delle IG e si chiede ai Governi di lavorare in vista di una migliore protezione di tali nomi su Internet. Attraverso quest’iniziativa, le Regioni Europee Viticole desiderano trasmettere il messaggio congiunto delle istanze politiche dei territori viticoli e di 3 milioni di viticoltori europei. Il Ministro regionale dell’Agricoltura,  Francisco MARTINEZ ARROYO, rappresentando Emiliano GARCIA PAGE SANCHEZ, Presidente dell’AREV e della Regione Castiglia-La Mancha, assieme ad Aly LEONARDY,  Presidente del Comitato Europeo dei Professionisti del Vino (CEPV) e 1° Vicepresidente dell’AREV, hanno dichiarato, alla fine dell’incontro: « Riunendoci alla vigilia di questo Summit, abbiamo voluto ricordare ai Dirigenti Europei  che le IG partecipano all’identità dell’Europa e non devono mai essere un argomento tabu elle discussioni internazionali. Rimarremo vigili e ci aspettiamo che l’Unione Europea continui ad agire per la protezione delle IG, facendone la priorità assoluta dei negoziati ».

carica file